Altro che scuse, Libero continua con i “terroni”. Questo non è giornalismo!

0
711

A primo impatto mi sono fatto una grossa risata, poi, a mente lucida, mi sono incazzato. L’informazione è anche educazione, perché tramite l’informazione trasmetti anche valori alla gente. Le persone credono in quello che viene scritto sui giornali, possono ispirarsi e diffonderne i contenuti. E ogni singolo giornale ha il dovere di informare in modo corretto.

Un giornale non dovrebbe mai alimentare odio, fomentare discriminazione e offendere i cittadini. E “comandano i terroni”, è un titolo inaccettabile che rischia di far male al nostro Paese.

Ho aspettato il giorno dopo per commentare, semplicemente perché ero certo che sarebbero arrivate le scuse. Un buon giornalista che sbaglia, chiede sempre scusa. E invece no! Niente scuse da parte di Libero, anzi una nuova prima pagina dove la scritta “terroni” è ancora presente, ancora in primo piano. Che squallore.

No, questo non è giornalismo e nemmeno informazione. Da giornalista prendo le distanze, da italiano mi sento profondamente ferito. E sono certo che tutti, da nord a sud, proveranno questa sensazione. Almeno lo spero.

@peppemarici