Morti sulle Alpi, in 2 mesi e mezzo 30 vittime

0
117

Ancora vittime sulle Alpi. L’ennesimo incidente in montagna che ha provocato la morte di due tedesci: un uomo di 31 anni e una donna di 57. I due hanno perso la vita sul Monte Rosa dopo essere precipitati dalla Cresta del Breithorn centrale, a quota 4000 metri. I loro corpi sono stati recuperati dal Soccorso alpino valdostano 150 metri sotto la cresta, sul ghiaccio Verra. Erano ancora legati in cordata. A dare l’allarme una guardia svizzera che stava percorrendo lo stesso itinerario. La causa: un errore durante la scalata o forse il maltempo. Per fare chiarezza sulla tragica morte dei due tedeschi, continua ad indagare il Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia. Solo qualche giorno fa avevano perso la vita due scalatori inglesi sul Cervino. In Alto Adige era stato ritrovato morto un alpinista esperto di 71 anni, mentre A Talle in provincia di Bolzano un turista tedesco di 49 anni era morto cadendo da 100 metri di altezza. Adesso i numeri delle vittime iniziano a preoccupare perchè da giugno ad oggi sono circa 30 le persone morte sulle Alpi. “Sta diventando ormai abbastanza imperdonabile non considerare i bollettini meteo e questa leggerezza non riguarda solo gli stranieri”, spiega Adriano Favre, direttore del Soccorso alpino valdostano, secondo il quale è di grande importanza “affrontare itinerari che siano alla portata delle proprie capacità, altrimenti è bene affidarsi a un professionista”.

Alpi, 2 tedeschi morti sul Monte Rosa | Video Sky – Sky TG24 HD