I “Social” hanno stravinto le Elezioni!

0
2847

Lasciando ai tanti (forse troppi) commentatori le discussioni relative alle stranezze di una legge elettorale (più brutta della precedente) che ha generato una situazione di ingovernabilità, ci concentriamo su un fatto molto importante, ignorato da analisti e politologi di ogni genere: le elezioni sono state vinte dai due partiti che hanno usato nel migliore dei modi i social network.

Movimento 5 Stelle e Lega (di Salvini) sono i massimi interpreti della Politica 2.0, quella che va in scena sul web.

Tra i tradizionali mezzi di comunicazione (giornale, radio e tv) e quelli nuovi (web e social), hanno vinto quest’ultimi! E i partiti tradizionali si sono ritrovati a battagliare in trasferta, sui social, senza conoscere bene le regole e gli strumenti. Perché non basta spendere tanto sui social, bisogna saper spendere bene.

Lo schema della rete

La rete è costruita in maniera trasversale e bisogna curare ogni dettaglio che genera la diffusione della notizia. Uno schema perfetto, forse banale, ma efficace: la base diffonde la notizia, i politici e gli attivisti la rilanciano… in poco tempo la notizia è già arrivata a milioni di utenti che a loro volta la condivideranno. Siamo dinanzi a un pubblico ben abituato a questo tipo di attività che ovviamente facilità la diffusione della notizia.

Politico 2.0

Ogni singolo politico del MoVimento 5 Stelle e della Lega ha una pagina Facebook e Twitter attiva, interattiva, aggiornata, dinamica e piena di fan pronti a rilanciare il post o il tweet. Una comunicazione facile e snella che viene coordinata in maniera puntigliosa con regole rispettate da tutti.

Attivisti 2.0

Ai classici attivisti vengono affiancate le pagine non ufficiali che supportano e amplificano le battaglie delle due forze politiche. Anche queste non sono improvvisate ma ben coordinate e gestite da persone vicine alla base.

Informazione 2.0

L’informazione principale di M5S e Lega viene diffusa dai blog (ufficiali e non). Ciò significa che per diffondere il tuo messaggio non devi sperare che radio, tv o giornali pubblichino la tua notizia… con i blog puoi farlo autonomamente.

No all’improvvisazione sui social

M5S e Lega non hanno improvvisato questo tipo di comunicazione social a ridosso delle elezioni. L’attività social è costante da anni, viene fatta quotidianamente sfruttando ogni strumento utile della comunicazione social: post, grafiche personalizzate per il web, video brevi con sottotitoli, dirette Facebook ecc ecc. L’elettorato è abituato da tempo a questo genere di comunicazione e interagisce con grande facilità.

Dunque bisogna lasciare le piazze per tuffarsi nella rete? Assolutamente no, bisogna conoscere e usare costantemente e correttamente la rete.

I Social ti permettono di amplificare il lavoro fatto nelle piazze. I social ti permettono di far arrivare il tuo messaggio anche alle persone che non stanno nelle piazze. I social ti permettono di arrivare ovunque!

peppemarici

Movimento 5 Stelle e Lega (di Salvini) sono i massimi interpreti della Politica 2.0, quella che va in scena sul web. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + nove =